RSS

Rende Bella Anche Me




Lui è bello 
perché 

senza volere 
rende un po' 
bella anche me.

Il Sole È Dentro Di Me

La pioggia mi fa un baffo, 
il sole è dentro di me.

Cristallo

La fragilità del cristallo 
non è una debolezza 
ma una raffinatezza.

Un Momento Di Pausa

Ho bisogno di un momento di pausa.
Un momento per me.
Un momento per staccare da tutto.
E da tutti, compresi voi.
Non intendo sparire.
Ci sono e sarò sempre.
Sono qui, se mi cercate.
Ma ora resterò qui.
Tranquilla.
A guardare.

Pigiama


Quel momento della Domenica in cui passi 
dall'avere ancora il pigiama, ad avere già il pigiama.

Tutto L'Amore Che Ho

Sono pronta a dedicarmi a qualcuno.
Qualcuno che non sia più lui.
Di dare a qualcuno il mio amore.
Tutto l'amore che ho.
E lo darò tutto a una persona sola.
L'unica che ne ha davvero bisogno.
L'unica che non m tradirà.
L'unica che non mi spezzerà il cuore.
Me stessa.

Sono Forte

Sapete quando è stata la prima volta che mi sono sentita bella?
La prima volta che sono stata lasciata.
Lo so, sembra assurdo.
Avrei dovuto sentirmi peggio.
Brutta.
Non accettata.
Invece io mi sentivo così.
Semplicemente...
Bella.
E, da quel giorno mi sono sentita più sicura.
Più me stessa.
Non sto dicendo che io non sia stata male.
Ma che semplicemente ero migliorata.
Maturata.
E da quel giorno ho imparato molto.
Sì, sono stata lasciata ancora.
Dal ragazzo che amavo.
Una botta.
Ma sapete cosa ho imparato?
Che tutta la dipendenza psicologica che avevo non esisteva.
C'era allora, ma era un'illusione.
Senza di lui ho ricoperto me stessa.
Ho ritrovato il mio equilibrio.
Quello che avevo perso da tempo.
Troppo tempo.
Ho scoperto che da sola sto bene.
Che da sola posso fare tutto.
Sono forte.
E aspettavo solo di capirlo.

Possono Le Parole Avere Le Ali?

Possono le parole avere le ali? 
Possono catturarci condurci in un altro mondo? 
Possono farci tremare, come le forze della natura fanno tremare la terra? 
Possono arrivare ad aprire le stanze più segrete della nostra anima?

Esci Con Una Ragazza Che Legge

Esci con una ragazza che legge. 
Esci con una ragazza che spende il suo denaro in libri anziché in vestiti. 
Lei ha problemi di spazio nell'armadio, ma perché ha troppi libri. 
Esci con una ragazza che ha una lista di libri che vuole leggere, che ha la tessera della biblioteca da quando aveva dodici anni. 
Trova una ragazza che legge. 
La riconoscerai perché avrà sempre un libro ancora da leggere nella borsa. 
È quella che scruta estasiata tra gli scaffali della libreria, e che non trattiene un grido di gioia quando trova il libro che cerca. 
Se la scopri ad annusare le pagine di un vecchio volume in un negozio di libri di seconda mano, è una lettrice. 
Non può resistere dall'annusare le pagine, specialmente se sono ingiallite. 
Lei è la ragazza che legge mentre aspetta in quel caffè sulla strada. 
Se dai una sbirciatina alla sua tazza, ti accorgerai che la panna galleggia in superficie perché lei è troppo assorta per bere il suo caffè. 
Già persa nel mondo dell’autore. 
Siediti. 
Forse ti lancerà un’occhiataccia, perché la maggior parte delle ragazze che leggono non amano essere interrotte. 
Chiedile se le piace il libro. 
Offrile un’altra tazza di caffè. 
Dille ciò che pensi di Murakami. 
Vedi se sta leggendo il primo capitolo di Fellowship. 
Chiedile se ama Alice o se vorrebbe essere Alice. 
È semplice uscire con una ragazza che legge. 
Regalale libri per il suo compleanno, per Natale e gli anniversari. 
Falle il dono delle parole, in poesia, in musica. 
Regalale Neruda, Pound, Sexton, Cummings. 
Falle sapere che tu comprendi che le parole sono amore. 
Sappi che lei conosce la differenza tra libri e realtà ma che sta cercando di rendere la sua vita un po’ più simile al suo libro preferito. 
Non pensare che sia colpa tua. 
Ha bisogno di essere stimolata in qualche modo. 
Mentile. 
Se comprende la sintassi, capirà perché devi mentirle. 
Dietro alle parole, c’è di più: motivazione, valore, sfumature, dialogo. 
Non sarà la fine del mondo. 
Deludila. 
Perché una ragazza che legge sa che al fallimento segue il raggiungimento della vetta. 
Le ragazze come lei sanno che tutto è destinato a finire, ma che è però sempre possibile scrivere un seguito. 
Ricominciare più e più volte, ed essere nuovamente gli eroi protagonisti della propria storia. 
Sa che nella vita si possono incontrare persone negative. 
Perché quindi essere spaventati da chi è diverso da te? 
Le ragazze che leggono comprendono che le persone, come i caratteri, si evolvono. 
Eccetto che nella serie di Twilight. 
Se trovi una ragazza che legge, tienitela stretta. 
Quando la sorprendi alle due di notte mentre piange sulle pagine di un libro, preparale una tazza di tè e abbracciala. 
Potresti perderla per un paio d’ore ma tornerà sempre da te. 
Lei parla come se i personaggi del libro fossero reali perché, per un po’, lo sono stati. 
Chiedile la mano su una mongolfiera. 
O durante un concerto rock. 
O, molto casualmente, la prossima volta che lei sarà malata. 
Su Skype. 
Le sorriderai e ti domanderai perché il tuo cuore ancora abbia preso fuoco e non ti sia esploso nel petto. 
Scriverete la storia delle vostre vite, avrete bambini con strani nomi e gusti persino più bizzarri. 
Lei insegnerà ai vostri figli ad amare Matilda e Aslan, forse nello stesso giorno. 
Camminerete insieme attraverso gli inverni della vostra vecchiaia e lei reciterà Keats sottovoce, mentre tu scrollerai la neve dai tuoi stivali. 
Esci con una ragazza che legge perché te lo meriti. 
Ti meriti una ragazza che possa darti la più variopinta vita immaginabile. 
Se quello che puoi darle tu è soltanto monotonia, e ore stantie, e proposte a metà, allora è meglio che tu stia da solo. 
Se vuoi il mondo e i mondi oltre ad esso, esci con una ragazza che legge. 
O, ancora meglio, esci con una ragazza che scrive.

Incubi

La linea 
che separa 
i sogni da
gli incubi 
è sottile 
come un ago 
e ben presto 
le ombre 
del passato 
tornarono 
a presentare 
il conto.

Esistendo

Incidiamo sulla vita delle altre persone semplicemente esistendo.

Balordi

Sentite, balordi, non siete speciali, non siete un pezzo bello, unico e raro. 
Siete materia organica che si decompone come ogni altra cosa. 
Siamo la canticchiante e danzante merda del mondo. Facciamo tutti parte dello stesso mucchio di letame.

Consumano Te


Ci sono storie che quando 
le racconti si consumano. 
Altre storie invece, consumano te.

Presente


Ti preoccupi troppo per ciò che era e ciò che sarà. 

C'è un detto: ieri è storia, domani è un mistero. 

Oggi è un dono, per questo si chiama presente.

Amélie


Nino è in ritardo. 
Per Amélie ci sono due spiegazioni possibili. 
La prima: non ha trovato la foto. 
La seconda: non ha ancora avuto il tempo di ricomporla, perché tre banditi, multirecidivi, che assaltavano una banca, l'hanno preso in ostaggio. 
Seguiti da tutti i poliziotti della zona, sono riusciti a seminarli, ma lui ha provocato un incidente. 
Quando ha ripreso conoscenza, non ricordava nulla. 
Un camionista ex detenuto l'ha raccolto, e credendolo in fuga l'ha messo in un container in partenza per Istambul. 
Là, è finito tra avventurieri afgani, che gli hanno proposto di andare a rubare testate missilistiche sovietiche. 
Ma il camion è saltato su una mina alla frontiera col Tagikistan. unico superstite, è stato accolto in un villaggio di montagna, ed è diventato militante mujahiddin. 
Perciò, Amélie non vede perché deve stare in quello stato per uno scemo che mangia la minestra di cavolo per tutta la vita con uno stupido portavasi in testa.

La Tua Mancanza

Mi mancano tante cose di noi.
Mi manca trovarti davanti a scuola porgendomi un panino kebab senza il piccante.
Mi manca fingermi sorprese per poi confessarti che ti aspettavo.
Mi manca attraversare lunghe strade con te.
Stare mano nella mano.
Sentire le tue dolci parole accompagnate da tutte quelle pessime battute e citazioni che adoravo.
Mi manca scriverti il buongiorno quando ancora dormi.
Mi manca leggere la tua buonanotte poco prima di addormentarmi.
Mi manca il tuo tocco, le tue lievi carezze.
I tuoi abbracci che mi stritolano.
I tuoi baci che mi tolgono il fiato.
Tua madre che prende il telefono in mano e mi ringrazia per la pazienza.
Mi mancano le farfalle che sentivo dentro lo stomaco poco prima di vederti.
Quelle che sentivo dopo ogni tuo messaggio.
Mi manca la sensazione di essere indipendente, forte, bella, perfetta.
Forse lo ero solo ai tuoi occhi, ma questo mi bastava.
Mi manca il sentirmi tua.
Ancora. E ancora.
Mi manca la tua pazienza.
Il tuo capire i miei malumori.
Forse è per tutte queste cose che sento ancora, così forte, la tua mancanza.

Nata Nell'Ottocento

Sarei voluta nascere nell'Ottocento.

Vestire pomposo senza creare sconcerto.

Fare passeggiate con il mio ombrellino.

Stare sotto il sole sentendo cantare un uccellino.

I Ragazzi Che Si Baciano In Piedi

I ragazzi che si amano si baciano in piedi
contro le porte della notte
e i passanti che passano li segnano a dito.

Ma i ragazzi che si amano
non ci sono per nessuno
ed è soltanto la loro ombra
che trema nel buio
suscitando la rabbia dei passanti
la loro rabbia, il loro disprezzo, i loro risolini
la loro invidia.

I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno,
sono altrove ben più lontano della notte
ben più in alto del sole
nell'abbagliante splendore del loro primo amore.

Non Capirebbero



Preferisco non parlarne con gli altri. 

Non capirebbero.

E io non sento il bisogno di spiegare.

Ogni Parte Di Me




Ho deciso di donarti tutto.



Tutto ciò che posso darti.



Ogni parte di me.

Nulla Sarà Mai Come La Prima Volta

Nulla sarà mai come la prima volta che ti hanno permesso di tornare a casa quando incomincia ad albeggiare.
Nulla sarà mai come la prima volta che sei andato in bicicletta.
Nulla sarà mai con la prima volta che ti hanno spezzato il cuore.

A Trecentosessanta Gradi

Sono quella che quando inizia un libro lo divora per sapere come continua e finisce la storia.
Sono quella che quando apre un libro per studiare sul divano, quel divano diventa il suo letto.
Sono quella che davanti a un quadro si emoziona.
Sono quella che con la tecnologia non ci sa proprio fare.
Sono quella che, quando può, regala un sorriso.
Sono quella che, quando riesce, dona tutta se stessa.
Sono quella che quando fa un programma non riesce mai a rispettarlo.
Sono quella che non fa sport e che quando vede una palla la schiva.
Sono quella che da piccola non ha mai imparato ad andarci in bici e ora, quando ci prova, va a scontrarsi con i muri.
Sono quella che quando la guardano arrossisce ancora.
Sono la ragazza che scrive troppo e non ha ancora imparato quando mettere un punto.
Eccomi, sono io.
A trecentosessanta gradi.

Batman

Non sto dicendo che sono Batman.
Sto solo dicendo che nessuno ci ha mai visto tutti e 
due nella stessa stanza allo stesso momento!

La Persona Che Ami

Cosa saresti disposto a perdere per poter riabbracciare la persona che ami?

Sembrano Tutti Così Felici



Mi guardo intorno.
Sembrano tutti così felici.
Solo dentro di me vedo un'ombra.
Qualcosa che mi blocca.
Mi blocca dall'essere felice.
E vuole coprire la mia luce.
Ma non glielo permetterò.

Sono Solo Parole




Ti ho capito, sai?
Ciò che tu dici sono solo parole.
Parole uscite per caso.
Parole portate via dal vento.
Cercare di relazionarmi con te è come provare a far ragionare questo muro.
Questo muro bianco.
Vuoto.
Come le mie mani.
Come il tuo cuore.

Per La Mia Strada



Non so cosa succederà.
Chi incontrerò.
Cosa farò.
So solo che tu non ci sarai.
Sarai troppo impegnato.
Troppo occupato per me.
E anche io, ora, andrò per la mia strada.

Fatti Con Lo Stampino

Tutti credono di essere diversi.
Tutti vogliono essere diversi.
"Non sarò mai come mia madre!"
E invece ci comporteremo nello stesso modo con i nostri figli.
"Non sarò mai come quella ragazza!"
Quella che veste attillato per attirare l'attenzione.
Chi può dire se un giorno, cercando disperatamente di attirare l'attenzione di qualcuno non ci abbasseremo a questi mezzucci?
"Non mi ridurrò mai così!"
Cosa ne sappiamo noi di cosa tiene in serbo per noi il futuro?
La verità è che siamo tutti uguali.
Fatti con lo stampino.

Cosa È Successo Alla Vera Me?

Non so cosa mi sia successo.
Non mi riconosco più.
Non sono io quella che stai guardando.
Cosa è successo alla vera me?
Cosa è successo alla ragazzina che vestiva di fiori e credeva all'amore?
Cosa è successo a quella giovane donna che tentava ancora di sbocciare?
Credo non ci sia più.
Credo che tutto intorno a me l'abbia cambiata.
Credo sia irrecuperabile.
Forse persa nei meandri della coscienza.
Forse dimenticata per sempre.
Forse ce n'è ancora un pezzo dentro di me.

Sopravvivere Non È Abbastanza

Sopravvivere non è abbastanza.

C'è bisogno anche del sole, della libertà e di un piccolo fiore.

- Hans Christian Andersen -

(Il Principe Senza Cuore)

____________________ Pensieri Più Letti Della Settimana ____________________

_____ Da che parte del mondo arrivano coloro che partecipano a questi pensieri? _____

free counters